L'apparente separazione che gli umani sperimentano non è che un trucco dell'ego. - La nuova umanità

Vai ai contenuti

Menu principale:

L'apparente separazione che gli umani sperimentano non è che un trucco dell'ego.

Sananda, Esu,Kathryn
 

Sananda via John Smallman, 16 Gennaio 2019

L'apparente separazione che gli umani sperimentano non è che un trucco dell'ego.

https://johnsmallman2.wordpress.com/2019/01/16/the-apparent-separation-that-humans-experience-is-but-a-trick-of-the-ego/

( traduzione Lina Capettini – www.lanuovaumanita.net )

Come ben sapete, enormi cambiamenti si stanno verificando in tutto il mondo, sia nell'umanità, sia all'interno del pianeta stesso e in tutte le forme di vita che esso sostiene così volentieri. Questo è un periodo di grandi cambiamenti che è stato pianificato divinamente per eoni; è davvero molto stressante per tutti, tuttavia, è una parte necessaria del processo di risveglio dell'umanità.

Prendersi una pausa almeno una volta al giorno, rilassare i corpi fisici e poi calmare le menti, sono requisiti essenziali mentre tutti lottano per rilasciare carichi emotivi / psicologici individualmente e all'interno del collettivo umano, che sono stati negati o sepolti per evitare il dolore di affrontarli. Devono essere visti e rilasciati. Non soffermatevi su di essi e non tentate di analizzare il loro scopo o la loro fonte. Invece osservateli, ringraziateli per essersi innalzati alla vostra consapevolezza per mostrarvi che devono essere rilasciati. Allora tutta l'amarezza, il risentimento, la rabbia e il giudizio che hanno afflitto l'umanità per così tanto tempo - come il vostro ego che ha tentato di incolpare gli altri per il dolore e la sofferenza che gli hanno causato - possono semplicemente svanire e dissolversi nel nulla da cui sono sorti.

Tutta la vita senziente è Uno con la Sorgente, non c'è separazione! L' apparente separazione che gli umani sperimentano non è che un trucco dell'ego. I vostri ego vi erano stati originariamente forniti per aiutarvi a guidare e dirigere i vostri corpi umani mentre sceglievate di sperimentare temporaneamente la forma, la fisicità, l'ambiente materiale . I Saggi, che si sono risvegliati dal sogno che è il mondo materiale, e che hanno realizzato che essi non sono i loro corpi, ma sono, in realtà, esseri spirituali che hanno un'esperienza corporea temporanea, in quello stato di risvegliati si rendono conto che c'è solo l’Uno, la Fonte, Madre / Padre / Dio. In quella consapevolezza possono vedere chiaramente che Egli ha scelto di sperimentare se stesso in una miriade di forme, perché così facendo ciò gli offre esperienze che non sono disponibili per Lui/Lei come Unico campo vasto ed infinito di pura Coscienza. E così i Saggi tornano alla piena consapevolezza che c'è solo l’Uno, e che ogni singolo essere senziente, incluso ogni umano, è l'Uno che esprime e sperimenta se stesso in una miriade di modi diversi.

Tuttavia, poiché nella forma umana, nell'ambiente terrestre, i corpi fisici sono vulnerabili a molte forme di dolore e malattia, era stato dato l’Ego per poter essere pienamente consapevoli dell'ambiente fisico in cui le vostre forme umane hanno la loro esistenza in modo da poter rapidamente e facilmente allontanarsi da aree o situazioni pericolose o minacciose. Durante gli eoni e attraverso molte incarnazioni umane, i vostri ego hanno dimenticato di fare tutti parte dell'Uno e, come entità apparentemente separate, hanno cominciato a competere tra loro per quelle che sembravano risorse limitate, che hanno portato a conflitti, dolore, sofferenza e paura.   In effetti la paura è diventata la motivazione principale che ha guidato l'umanità, è diventata un aspetto apparentemente essenziale della vostra natura per aiutarvi a sopravvivere.

Ma la paura era intesa solo come una sveglia momentanea, per attirare l'attenzione immediata in modo da allontanarvi rapidamente dal pericolo. Tutta la vita senziente ha un sensore della paura, ma solo l'umanità ne fa un focus a lungo termine della sua attenzione, drenando così la sua energia e motivazione, poiché considera una miriade di possibilità di eventi o circostanze che potrebbero causarle dolore o sofferenza - una miriade di possibilità che, per la maggior parte, non sorgerà mai, o almeno è estremamente improbabile che lo faccia.

La paura è pensata per essere un'esperienza momentanea che conduce all'azione istantanea e appropriata, non vuole essere una presenza costante che vi distrae dalla gioia di essere vivi. Se questo è il modo in cui la state vivendo, allora dovete diventare consapevoli di ciò che vi sta causando costantemente, e poi allontanarvi da essa, diventare consapevoli e capire che non richiede un'azione preventiva immediata per assicurarvi la sopravvivenza fisica, e poi lasciar perdere. In questo modo insegnate ad una parte di voi che ha paura, a rendersi conto che non esiste una minaccia immediata, riducendo così in maniera massiccia la sensazione di paura che vi ha effettivamente immobilizzato. Focalizzate la vostra consapevolezza sul fatto che in questo momento non c'è nulla di cui aver paura, accettate la verità di ciò, e poi andate avanti godendovi il mistero e la meraviglia che è la vostra vita.

Voi sapete , in profondità dentro di voi, che tutto è divinamente curato perché siete Uno con la Sorgente, che voi e la Sorgente siete Uno e che nessun danno vi può arrivare. Sì, il vostro corpo o i corpi dei vostri cari possono essere danneggiati, ma voi non siete i vostri corpi, voi sapete che siete esseri eterni pienamente capaci di vivere nella gioia in ogni momento della vostra esistenza, e che tutto ciò che vi provoca dolore o sofferenza come umani non può durare e non durerà. Già il solo essere consapevoli di questa verità divina ridurrà enormemente il senso di dolore o sofferenza che state subendo.

Ogni giorno al risveglio, affermate l'intento di essere amorevoli qualsiasi cosa sorga, quindi, se durante il giorno sentite di essere sotto attacco, non impegnatevi a difendervi, semplicemente inviate amore silenziosamente a colui che sembra attaccarvi, e andate via. Se lo farete, vi troverete in uno stato di pace e accettazione, invece di continuare a soffrire di tensioni interiori. Ricordate che chiunque attacca è in intenso dolore - non c'è mai nessun altro motivo per attaccare qualcuno - e in verità, un attacco non è altro che una disperata richiesta d'Amore. Pertanto, rispondete sempre amorevolmente, anche se solo in modo silenzioso e discreto, sapendo che la vostra risposta è sempre efficace anche se non riuscite a vedere alcun risultato positivo.

Il vostro amorevole fratello, Gesù.



 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu